Registrazione

Fort Ghazi Mustapha si trova a Houmt Souk, vicino al porto principale dell'isola di Djerba. Questo monumento, lungo 68 metri e largo 53 metri, fu costruito in epoca Hafside sotto l'egida di Abu Farès Abdelaziz nel 1425.

La sua cortina muraria, circondata da un fossato, è ricoperta da aggetti e torri rettangolari e rotonde. A questo fortilizio si accede attraverso una porta a due grandi ante sormontata da un arco semicircolare. Attraversiamo quindi un corridoio a chicane per ritrovarci all'interno di un ampio cortile occupato da resti di mura, stanze a volta e resti di un altro forte lungo 40 metri e largo 40 metri. Quest'ultimo, per la sua forma e architettura, essendo dotato di torri cisterna rotonde da un lato e di altre ottagonali dall'altro, ricorda i ribat aghlabidi. Fu nello stesso periodo che fu scavato il fossato che circondava il monumento e che permetteva a galee e galeoni di manovrare facilmente per monitorare la costa nord.
Il forte Ghazi Mustapha fu teatro di numerose battaglie, l'ultima delle quali fu quella tra turchi e spagnoli e che si concluse con la decisiva sconfitta di questi ultimi.

Nel 1567, il governatore dell'isola, di nome Ghazi Mustapha, che dipendeva amministrativamente dalla provincia (vilayit) di Tripoli, iniziò una serie di lavori di riparazione e restauro per consentire alla guarnigione ottomana di stabilirsi lì.

Tra le modifiche più importanti che interessarono questo monumento è da segnalare l'installazione di una porta di accesso sormontata da caditoie e fortificata da una torre di avvistamento in sostituzione del ponte levatoio.

Questo forte era dotato anche di piattaforme per ricevere i cannoni e le sue mura esterne erano consolidate con muri di sostegno.

Nello stesso periodo fu costruita la famosa Torre dei Teschi. Si tratta di un “monumento” destinato a celebrare e immortalare l'ultima vittoria dei turchi sugli spagnoli nel 1560. Per ordine di Ahmed Bey, questa torre fu smantellata e sostituita da una stele commemorativa in pietra.

Questo forte continuò ad essere utilizzato come base per proteggersi dai pericoli provenienti dal mare e soprattutto dai formidabili pirati di Saint-Jean de Malte e Saint-Etienne. È in questo contesto che gli abitanti di Djerba cominciarono a fortificare le moschee e a costruire posti di guardia sulla costa.

Fu solo nel 1915 che il forte Ghazi Mustapha fu evacuato dai soldati francesi che lo occupavano dal 1881 e classificato monumento storico con un decreto Beylical del 3 marzo dello stesso anno.

Dopo i primi lavori di restauro iniziati nel 1969 a cura dell'Istituto Nazionale d'Arte e Archeologia, il monumento è stato aperto al pubblico per la prima volta all'inizio degli anni '80.

Il Ghazi Mustapha borj ospita oggi la sede locale dell'Istituto del Patrimonio Nazionale, incaricato della ricerca archeologica nonché dei lavori di restauro e valorizzazione del patrimonio della regione.

Recensioni di Google

4,4
Recensioni di 498
  • Marc Sinoussi
    Marc Sinoussi
    3 mesi fa

    Forte molto bello risalente al XVI secolo. Ancora in buone condizioni, si trova in riva al mare e protegge l'isola dagli invasori provenienti dal mare. La visita è a pagamento ma rimane molto accessibile. Puoi visitare il forte in meno di mezz'ora.

  • Sì, Gh
    Sì, Gh
    un anno fa

    Il posto potrebbe essere magnifico se ci fossero un po' di spazio per riporre gli oggetti, informazioni e sicurezza. È un peccato perché il potenziale è enorme. La passeggiata è comunque bella, i pochi turisti al momento della mia visita donano un fascino ancora più attraente a questo posto molto bello

  • Sébastien Marchand

    Ex forte difensivo sull'isola di Djerba, questa costruzione militare ha una storia interessante. I locali sono in condizioni relativamente buone. Deploro però la mancanza di spiegazioni all'interno (a parte un riassunto storico di una decina di pannelli in una stanza) così come il prezzo: 8.000 TND a persona (5.000 TND se risiedi nell'isola o se sei nordafricano ) mi sembra un po' eccessivo per una visita che dura al massimo una trentina di minuti.

  • Kettou Mohamed Merouane

    Bellissimo monumento storico, puoi fare il giro in mezz'ora. Pochissime indicazioni all'interno potevano essere meglio sfruttate

  • Didier Lotte
    Didier Lotte
    un anno fa

    Storicamente interessante. Bella “breve” passeggiata sui bastioni, prezzo d'ingresso intorno ai 2,50€, personale accogliente, bagni puliti. Vista molto bella!

Aggiungi recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Servizio
Rapporto qualità-prezzo
Posizione
Pulizia

Aggiunto da ILD Team

ILD Team

Ti aiutiamo a trascorrere un piacevole soggiorno sull'isola di Djerba

La persona 1 ha aggiunto questo posto ai segnalibri